Ambito d’uso delle tecnologie vocali in campo sanitario

Proseguendo nell’analisi dell’uso delle tecnologie vocali in ambito sanitario negli USA, andiamo a vedere quali sono le percentuali per i principali tipi di utilizzo:

  • 73% per avere chiarimenti riguardo ai sintomi delle malattie.
  • 45,9%. per richiedere informazioni sui farmaci.
  • 37,7% per ricerche su ospedale, cliniche o centri di cure terapeutiche.
  • 37,7% per trovare differenti opzioni terapeutiche.
  • 29,4% per richiedere informazioni nutrizionali.
  • 28,2% per ricercare un medico o altre figure professionali sanitarie.
  • 16,5% per acquistare farmaci.
  • 15,3% per prenotare un appuntamento per servizi medico-ambulatoriali.

L’uso delle tecnologie vocali per la prenotazione di servizi medico-ambulatoriali è dunque al momento ancora molto poco utilizzato e questo suggerisce che vi è ancora molto spazio per farlo diventare molto popolare tra i pazienti, come è risultato evidente dall’esperienza sul campo maturata da Dotvocal.
Nota finale: più della metà (52,6%) degli adulti statunitensi userebbe le tecnologie vocali sullo smartphone per le attività legate all’assistenza sanitaria, mentre il 19,4% le utilizzerebbe anche sul personal computer e il 17,6% sugli smart speaker. Solo il 9,0% e 12,8% della popolazione ne suggerirebbe l’uso su smart watch e fitness tracker, probabilmente perché al momento il loro utilizzo non è particolarmente diffuso per funzioni strettamente sanitarie.

#Voicebot #MulticanalitàVocale