Amazon e la guerra degli assistenti vocali

È ormai un anno che Amazon ha pubblicato il Voice Interoperability Initiative (VII), un documento in cui Amazon si proponeva di rendere operativa la convivenza di un unico assistente vocale su diversi device, così che l’utente possa di volta in volta richiamare il proprio assistente preferito qualsiasi device abbia a disposizione, pronunciandone semplicemente il nome.
Dopo il primo gruppo di trenta marche unitesi al progetto all’origine, Amazon ha aggiunto da poco Facebook, Xiaomi, Garmin e Dolby ai ranghi delle marche che aderiscono al VII.
I nuovi membri potrebbero avvicinare Amazon all’obbiettivo di garantire che i dispositivi con interfaccia vocale possano facilmente connettersi tra loro.
Insomma, Alexa è partito alla ricerca di coinquilini, ma sulla sua strada ha incontrato parecchia resistenza.
Restano infatti fuori dal programma i più forti concorrenti di Amazon, Google, Samsung e Apple, che sembrano opporsi attivamente al progetto e probabilmente sono pronti a compiere altre mosse nella guerra degli assistenti vocali.