Si prevedono nuovi investimenti nelle tecnologie vocali

In un sondaggio condotto da Adobe su un campione di ‘decision makers’ aziendali americani, risulta che il 91% delle aziende coinvolte ha già fatto “investimenti significativi nelle tecnologie vocai”, mentre il 94% afferma che aumenterà i propri investimenti nel prossimo anno.
Dal sondaggio risulta che gli investimenti non sono mirati a coprire singole tecnologie e device, ma che riguardano le diverse piattaforme che si trovano sul mercato.
Adobe riporta ad esempio che l’88% degli intervistati ha dichiarato di aver pianificato di sviluppare tecnologie che siano supportate da più assistenti vocali.
Il 22% degli intervistati ha affermato di aver già lanciato un’app vocale e il 44% prevede di farlo nel futuro.
Il rapporto afferma che il settore maggiormente interessato sarà quello del commercio, con la possibilità di consentire gli acquisti, monitorare gli ordini ed effettuare acquisti ripetuti tramite app vocali.
Circa due terzi dei partecipanti al sondaggio ritengono che la loro presenza vocale consentirà di agganciare potenziali acquirenti di un dato prodotto o servizio.
Altri vantaggi attesi, oltre alla generazione di ricavi, sono una migliore user experience (71%), un maggiore coinvolgimento dei consumatori (65%) e una maggiore fidelizzazione dei clienti (64%).